Posts contrassegnato dai tag ‘San Francisco’

Cosa significa essere legato profondamente alla propria terra ? “Non andrai mai a vivere lontano” : l’ho scoperto durante una chiaccherata con mia madre. Ieri le ho raccontato del fatto che, per l’ennesima volta, sono tornato ad Ortello: una frazione di campagna sulle montagne della Valle del Riso in  località Chignolo d’Oneta. Si tratta di quel che rimane di un piccolissimo borgo rurale oggi praticamente disabitato, a due passi da Chignolo, dove oggi vivono circa 100 anime. Sono particolarmente legato a questo posto: da piccolo ci sono stato per la prima volta con i miei genitori (ho delle bellissime foto scattate sui gradini diroccati di un fienile). Periodicamente ci ritorno, spesso con la mia moto.. semplicemente per passeggiare nel bosco, ascoltare il silenzio assordante delle foreste antiche e sfociare in pochi minuti nel nulla totale: un gigantesco prato dominato da una collina verde sulla quale c’è una croce di pietra (dedicata agli Alpini, credo).

Neanche l’ombra di turisti. Ad Ortello passano pochissime persone, nessuno che capiti per caso: non è un posto di passaggio, non ha attrazioni particolari, a dire il vero non ha proprio nulla. Per me, comunque, continua a rimanere uno dei luoghi epicentro della mia natura profonda, del mio passato. Non credo potrei rinunciare al pensiero che questo posto si trovi “vicino”. Geograficamente vicino per me significa intimamente vicino.

Nonostante tutto amo vagabondare. Sono stato in giro per l’Italia, per l’Europa, in Cina.. e vorrei andare un giorno a San Francisco per sdraiarmi a guardare il cielo sul prato verde del parco vicino al Golden Gate, dove nel 1967 ebbe luogo la Summer of Love immaginando quella folla di fantastici hippie.. e mi piacerebbe passare per le vie di Aberdeen, nello stato di Washington, ascoltando i versi di Kurt Cobain sotto l’ombrello nel caldo di uno spesso maglione di lana.. o allontanarmi in barca dalle sponde Nosy Komba in Madagascar osservando le scimmiette sugli alberi.

Mai una volta – seriamente intendo- ho pensato che potrei abbandonare definitivamente i posti in cui sono nato e cresciuto: Villa di Serio, Scanzo, le nostre Valli, Ortello, Gorno, Oneta, il Passo di Zambla, il Lago di Endine, Montisola, Selvino.

Non credo andrò mai a vivere lontano.

Annunci