Un mattoncino di Lego salverà il mondo

Pubblicato: 7 febbraio 2010 in Persone
Tag:, , , , , ,

A Berlino da qualche anno si aggira un nuovo moderno Guru della comunicazione: si chiama Jan Vormann. Questo ragazzotto tedesco, classe 1983, ha deciso di affrontare a modo suo i vuoti irregolari dell’esistenza. La ricetta è di una semplicità disarmante ma ha qualcosa di maledettamente geniale: riempire i buchi e le crepe di vecchie facciate ed edifici con mattoncini Lego colorati. Jan riempie questi vuoti con questi mattoncini multicolore, creando piccoli episodi di singolare armonia.
Il fatto è che durante queste installazioni capita spesso che la gente incuriosita si metta a dare una mano. Risultato: sparuti gruppi di fedelissimi si aggirano per le grandi capitali europee emulando il Guru e creando inaspettatamente squarci di colore in mezzo al cemento.
Vormann ha iniziato a Berlino, lavorando sulle facciate della Humboldt University e decidendo di chiudere i fori dei proiettili lasciati dalla Seconda Guerra Mondiale. L’avventura è continuata a San Pietroburgo, Belgrado, Tel Aviv, Amsterdam.. arrivando anche in Italia a Bocchignano, piccolo comune vicino Roma.
Ci siamo chiesti il perchè di queste installazioni proprio con i mattoncini Lego ed ecco trovata la risposta dell’autore :

L’idea calza perfettamente con i nostri tempi. Primo: si tratta di un gioco contemporaneo con cui i bambini si divertono. Secondo: l’architettura ai giorni d’oggi permette crossover come questi . Il design contemporaneo ha aperto alla possibilità di capire la vita in un modo positivo e colorato. I mattoncini Lego portano con sè un valore di nostalgia che supera differenti generazioni in tutto il mondo. La combinazione dei mattoni e dei Lego crea ogni tipo di contrasto che, ai miei occhi, illumina la relazione fra estetica e funzionalità. Senza dubbio il progetto punta a moltiplicare le percezioni della realtà e poi… è semplicemente figo!

Non mi stupisce che esempi di autentica pazzia creativa come questa trovino terreno fertile in un città come la Berlino di oggi, più che mai orientata ad inseguire il futuro. Meglio se in maniera sostenibile.

un saluto a tutti,
Claudio

Per info: www.janvormann.com  

Vi  invito a leggervi l’intervista: http://www.halogenlife.com/articles/2529-interview-with-artist-jan-vormann-rebuilding-the-world-one-lego-at-a-time

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...